Utilizziamo i cookie per migliorare la nostra pagina web. Leggi la nostra Informativa sui cookie .

Guida in linea

Volume

Nota: questa funzione potrebbe presentare delle differenze in relazione al modello di NAS utilizzato.
Lo spazio di archiviazione sul NAS è costituito da volumi logici composti da un singolo disco o più dischi combinati insieme. Da qui è possibile configurare un nuovo spazio di archiviazione per il NAS e, in relazione alle esigenze di protezione dei dati, selezionare il livello RAID più adatto. Per mantenere l'integrità dei dati, è possibile utilizzare solo dischi interni durante la creazione di uno spazio di archiviazione per il NAS. L'ADM non supporta l'uso di dischi esterni come spazio di archiviazione.
Promemoria: i livelli RAID che è possibile utilizzare dipendono dal modello del NAS e dal numero di dischi che si sta utilizzando.
Durante la configurazione di un nuovo spazio di archiviazione, l'ADM offre le seguenti due opzioni:
  • Configurazione rapida: è necessario specificare solo i requisiti per lo spazio di archiviazione (ad esempio un livello di protezione dei dati più elevato). In base a ciò e al numero di dischi a disposizione, l'ADM crea automaticamente un volume di archiviazione e seleziona un livello RAID appropriato.
  • Impostazione avanzata: in base al numero di dischi corrente, è possibile selezionare manualmente il livello RAID o impostare un disco di riserva.

Promemoria: per ottimizzare l'uso dello spazio sul disco si consiglia di utilizzare dischi delle stesse dimensioni durante la creazione di uno spazio di archiviazione.


  • RAID Scrubbing: RAID Scrubbing rileva l'integrità e la coerenza dei dati di RAID 5 e RAID 6. L'uso regolare di questa funzione può aiutare a confermare l'integrità dei dati e correggere le incoerenze. Se viene rilevato un problema che non può essere riparato, il NAS ti avviserà immediatamente al fine di poter risolvere in maniera tempestiva i problemi imprevisti.

    Se il sistema viene spento, lo Scrubbing RAID sarà disabilitato.
  • Gestione cache SSD: I dischi rigidi tradizionali non sono veloci quanto gli SSD, ma la loro capacità e durata non sono ancora buoni quanto i tradizionali dischi rigidi. Il modo migliore per combinare al meglio entrambi i mondi è quella di adottare la funzione caching SSD, in grado di salvare i dati dei file ad accesso frequente su un disco rigido e archiviarli su un SSD, ottimizzando in questa maniera il tempo di risposta e le velocità di trasferimento durante l'accesso ai dati.

    I NAS ASUSTOR* supportano l'accesso in sola lettura e la modalità cache in lettura-scrittura. Dopo aver seguito la procedura guidata di installazione, sarai in grado di accedere facilmente ai tuoi spazi di archiviazione e ottenere il miglior equilibrio tra capacità e prestazioni.
  • Modalità di sola lettura: supporta 1 ~ 4 SSD, il valore predefinito è RAID 0. I dati della cache SSD di sola lettura vengono copiati dal volume, quindi se SSD è illeggibile o si espelle l'unità SSD Cache, non si verificherà alcuna perdita di dati.
  • Modalità di lettura/scrittura: supporta da due a quattro SSD, due SSD utilizzeranno RAID 1, tre SSD utilizzeranno RAID 5 e quattro SSD utilizzeranno RAID 10. Se un SSD è illeggibile o si espelle un'unità SSD Cache, ADM inizierà a scrivere dati dalla cache SSD al volume. Se il sistema ha finito di scrivere i suoi dati, non ci saranno perdite di dati.

    * Modelli supportati: serie AS31/32/50/51/61/62/63/64/70

Nota: Quando si monta un'unità disco SSD sul volume, verranno arrestati tutti i servizi correlati. Se nel volume sono presenti più servizi, l'installazione di un'unità SSD Cache potrebbe richiedere più tempo.


Informazioni sui RAID

Per offrire un uso dello spazio di archiviazione e una protezione dei dati ottimali, l'ADM supporta più livelli RAID consentendo all'utente di selezionare il livello appropriato per le proprie necessità. L'ADM supporta i seguenti tipi di volume:

Tipi di volume non RAID

  • Singolo: utilizza un solo disco durante la creazione dello spazio di archiviazione. Questa configurazione non offre alcun tipo di protezione dei dati.
  • JBOD: Acronimo di “Just a Bunch of Disks”, JBOD usa una combinazione di due o più dischi per creare lo spazio di archiviazione. La capacità di archiviazione totale è la somma delle capacità di tutti i dischi aggiunti. Il vantaggio di questa configurazione è la possibilità di utilizzare dischi di diverse dimensioni e di disporre di una grande quantità di spazio di archiviazione. L'aspetto negativo è che non offre alcun tipo di protezione dei dati.

    Tipi di volume RAID
  • RAID 0: utilizza una combinazione di due o più dischi per creare lo spazio di archiviazione. La capacità di archiviazione totale è la somma delle capacità di tutti i dischi aggiunti. Il vantaggio di questa configurazione è la possibilità di utilizzare dischi di diverse dimensioni e di disporre di una grande quantità di spazio di archiviazione. Inoltre, è possibile accedere ai dati in volumi RAID 0 in parallelo in quanto fornisce migliori prestazioni. L'aspetto negativo è che RAID 0 non offre alcun tipo di protezione dei dati.
  • RAID 1: nella soluzione RAID 1 i dati vengono scritti su due dischi, creando in questo modo una “serie speculare”. Esattamente gli stessi dati vengono archiviati contemporaneamente sui due dischi. RAID 1 protegge dalla perdita di dati in caso di guasto di uno dei dischi. Il vantaggio del RAID 1 è la protezione dei dati ottenuta grazie alla ridondanza dei dati stessi. L'aspetto negativo di questa configurazione è che combinando due dischi di diverse dimensioni, lo spazio di archiviazione totale sarà uguale alla dimensione del disco più piccolo. Pertanto, non sarà possibile utilizzare una parte del disco più grande.

    Spazio di archiviazione totale disponibile = (dimensione del disco più piccolo) * (1)

  • RAID 5: combina tre o più dischi per creare uno spazio di archiviazione in grado di far fronte al guasto di un disco. In caso di guasto di uno dei dischi, i dati saranno protetti dalla perdita. Nel caso di guasto di un disco, è sufficiente sostituire il disco guasto con uno nuovo. Il nuovo disco verrà aggiunto automaticamente alla configurazione RAID 5. Il vantaggio dell'uso di RAID 5 è la protezione dei dati ottenuta attraverso la ridondanza dei dati stessi. L'aspetto negativo di RAID 5 è che combinando dischi di diverse dimensioni, lo spazio di archiviazione totale sarà calcolato in base alla dimensione del disco più piccolo.

    Spazio di archiviazione totale disponibile = (dimensione del disco più piccolo) * (numero totale dei dischi - 1)
  • RAID 6: combina quattro o più dischi per creare uno spazio di archiviazione in grado di far fronte al guasto di due dischi. In caso di guasto di due dischi, i dati continueranno a essere protetti dalla perdita. Nel caso di guasto dei dischi, è sufficiente sostituire i dischi guasti con dischi nuovi. I nuovi dischi verranno aggiunti automaticamente alla configurazione RAID 6. Il vantaggio dell'uso di RAID 6 è una maggiore protezione dei dati ottenuta tramite la ridondanza dei dati stessi. L'aspetto negativo di RAID 6 è che combinando dischi di diverse dimensioni, lo spazio di archiviazione totale sarà calcolato in base alla dimensione del disco più piccolo.

    Spazio di archiviazione totale disponibile = (dimensione del disco più piccolo) * (numero totale dei dischi - 2)
  • RAID 10 (1+0): combina quattro o più dischi per creare uno spazio di archiviazione in grado di far fronte al guasto di più dischi (purché i dischi guasti non appartengano alla stessa “serie speculare”). RAID 10 offre la protezione dei dati del livello RAID 1 unita all'efficienza di accesso del livello RAID 0. Per quanto concerne la protezione dei dati, RAID 10 utilizza il metodo RAID 1 per scrivere esattamente gli stessi dati su due dischi, creando una “serie speculare”. Queste “serie speculari” vengono quindi unite insieme in una configurazione RAID 0. RAID 10 richiede quattro o più dischi, in numero pari. Quando si combinano dischi con diverse dimensioni, lo spazio totale di archiviazione sarà calcolato in base alla dimensione del disco più piccolo.

    Spazio di archiviazione totale disponibile = (dimensione del disco più piccolo) * (numero totale dei dischi / 2)


SSD Trim

Abilitando SSD Trim gli SSD installati sul NAS mantengono prestazioni stabili di lettura/scrittura, controllando contemporaneamente la frequenza di sovrascrittura su blocchi specifici e ampliando la vita utile degli SSD.

Nota:
  • La funzione è disponibile solo sui seguenti modelli: AS-6/50/51/70 serie.
  • Quando si usa un SSD in una configurazione volume Singola, JBOD o RAID 0/1/10, il relativo comando Trim viene abilitato automaticamente.
  • La funzionalità TRIM con configurazioni RAID 5 e 6 può essere abilitata solo su SSD con supporto DZAT (Lettura zero deterministica dopo TRIM). Contattare i produttori di SSD per dettagli sul supporto DZAT.

Promemoria:

1. Serie AS-10,20,30 - Dimensione massima singolo volume: 16TB

2. Per l'aggiornamento da ADM 2.X a ADM 3.X e proseguendo con l'operazione di espansione della capacità RAID, se la visualizzazione della capacità non è corretta, contattare il supporto ASUSTOR per regolare i parametri NAS.

Altre informazioni

NAS 251 - Introduzione al RAID
NAS 352 - Migrazione del livello RAID on-line ed espansione della capacità

NAS Calcolatore RAID: https://www.asustor.com/service/RAID_calculator